La pizza: come imparare a farla

Uno degli elementi della gastronomia più amati in tutto il mondo, si sa, è la pizza. La pizza è un piatto unico, gustoso, nutriente, genuino.

Troppe volte, però, dopo averne mangiata una si ha quella brutta sensazione di pesantezza, di non averla ben digerita, tollerata o, peggio, di non averla apprezzata perché non era ben preparata.

Il segreto della pizza, di per sé, non esiste. Ci sono però tanti accorgimenti che un buon pizzaiolo segue per non deludere i propri clienti: non solo durante la preparazione, ma anche a partire dalla scelta degli impasti e degli ingredienti. Le famose materie prime.

La domanda sorge dunque spontanea: come imparare a fare la pizza perfetta? Al di là delle ricette, reperibili ormai ovunque, e del forno adatto che non in tutti i locali è presente, oggigiorno esistono diversi enti che preparano chi vuole diventare pizzaiolo, fornendo tutte le basi necessarie per iniziarlo a questa professione, o chi pizzaiolo lo è già, ma ha comunque bisogno – come è giusto che sia – di costanti aggiornamenti.

Una di queste organizzazioni è Italia Malta Pizza Association, una scuola che forma i suoi allievi grazie alla maestria e alla eccellente carriera degli istruttori, per di più pluripremiati in gare di portata nazionale e internazionale. La varietà dei corsi proposti è tanta, così come può essere scelto il livello da cui il corsista parte.

Tra i percorsi formativi ricordiamo: corso pizzaiolo per pizza classica, pizza in pala, pizza in teglia, pizza senza glutine, impasti alternativi, rosticceria, food & beverage manager, grani antichi di Sicilia, pizza artistica, pizza acrobatica.

Tutti i corsi sono comprensivi di ore teoriche e pratiche, sempre affiancati da professionisti affermati nel settore. Alla fine del percorso, il corsista riceverà un Diploma di Pizzaiolo con Certificazione HACCP, ormai richiesta in qualità di garanzia per lavorare nella ristorazione.

Reply